L’articolo originale in lingua inglese Morihiro Saito Nidaime ceremony è pubblicato e liberamente consultabile su iwamashinshinaikido.com, pagina ufficiale dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai.

Quella che segue ne è una versione in lingua italiana a cura di Enrico Neami.


Domenica 31 marzo (2019), anniversario di nascita del grande Morihiro Saito Sensei, è divenuta un’ulteriore importante giornata di celebrazione per la famiglia Saito.

In questa giornata, Yasuhiro Saito – figlio di Hitohira Saito Sensei e nipote di Morihiro Saito Sensei – ha celebrato il proprio meritato passaggio quale designato successore di seconda generazione, acquisendo il nome di Morihiro Saito Nidaime. La cerimonia ha avuto luogo in uno dei più famosi luoghi monumentali del Giappone, il Meiji Jingū, o Tempio Meiji 明治神宮, a Tokyo. Questo tempio è dedicato agli spiriti deificati dell’Imperatore Meiji e della sua consorte, l’Imperatrice Shoken, e si è rivelato essere il luogo più adatto per ospitare questo evento di portata storica.

La giornata e la celebrazione sono state davvero incredibili. Tutto è iniziato quando abbiamo lasciato il Tanren Kan alle 8.00 su due autobus stracolmi di molte differenti generazioni di amici. Dopo l’arrivo al Tempio, abbiamo potuto visitare il comprensorio perfettamente mantenuto ed incontrare un mucchio di persone prima di trovare accomodamento ai nostri tavoli. Mi ha fatto un gran piacere riconoscere molti dei Senpai dei tempi di Morihiro Saito Shihan e tante facce familiari che erano venute per onorare Waka Sensei. Più di duecento persone erano presenti alla celebrazione, tra le quali, solo per citarne alcuni, il Sindaco di Kasama, Shigemi Shihan, Sano san, Suzuki san, Gaku Honma, Otsuki san, Takamura san, Okoshi Shihan, Toyoda san ed i delgati dagli USA, Francia, Slovacchia, Canada, Taiwan e Russia.

Nel corso della cerimonia abbiamo potuto assistere ad una breve dimostrazione da parte di Yasuhiro e Mitsuyoshi Saito e siamo stati commossi e colpiti nell’ascoltare i vari discorsi ufficiali e nell’assistere ad una toccante video-presentazione in onore della famiglia Saito e di Morihiro Saito Nidaime dal titolo Passato-presente-futuro. Il tutto mentre onoravamo il pranzo di 13 portate, impeccabilmente presentato.

Entro le 12.30 eravamo nuovamente a bordo degli autobus per rientrare a Iwama, allo Shin Dojo, dove abbiamo festeggiato ulteriormente con circa 45 tra vecchi e nuovi allievi, amici e famigliari. Abbiamo proseguito fino alla conclusione con tanto ottimo cibo, bevande, risate e divertimento. E’ stata un’esperienza calda e profonda, proprio come doveva essere.

Siamo fortunati e grati di essere parte della famiglia dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai e molto onorati ed orgogliosi di rappresentare parte di quanto lasciato da Morihiro Saito Sensei. Aspettiamo e confidiamo in un futuro prospero e luminoso.

Articolo originale di Stephanie Yap

Per ulteriore documentazione fotografica: Iwama Shin Shin Aiki Shuern-kai Tokyo (Busenkai)


Discorso ufficiale di Saito Hitohira Kaicho

Benvenuti a tutti, buon pomeriggio.

Vi ringrazio per averci raggiunti in questo luogo meraviglioso. Un ringraziamento particolare a tutti coloro che hanno impiegato due o tre notti per arrivare qui con l’autobus ed anche a quelli che sono arrivati da lontano molto presto stamattina. Sono molto onorato da tutti i sacrifici che avete patito per essere qui presenti e vi ringrazio dal profondo del mio cuore. O-sensei diceva che nel libro Ichido Naritachi del Kojiki viene menzionato Ichirei Shikon. Ichirei Shikon rappresenta le quattro espressioni del cuore umano. La prima è Aramitama, il coraggio; la seconda è Nigimitama, l’amicizia; la terza è Sachitama, la volontà di amare e crescere; la quarta è Kushimitama, lo spirito della ricerca. Questa deve essere la caratteristica principale del nostro cuore nell’Aikido. Infatti, se puntassimo su Aramitama, il coraggio, comportandoci coraggiosamente con rispetto e saggezza, metteremmo comunque sempre alla prova noi stessi e ciò potrebbe generare dubbi, frizioni e scontro. Anche se si è coraggiosi si può finire per combattere. Il nostro spirito ed il nostro cuore deve invece seguire questa via, che è importante per l’Aikido. E’ la nostra via.

Abbiamo il nome Morihiro Saito che ci è stato dato da Morihei Ueshiba Sensei. Mio padre ha passato la vita dedicandosi a servire Morihei Ueshiba Sensei; dopo la morte di O Sensei, mio padre ha proseguito nella cura dell’Aiki Dojo, nella gestione e nella pulizia dell’Aiki Jinja e nell’amministrazione del tutto. Mio padre ha dedicato la vita a Morihei Ueshiba Sensei. E non possiamo dimenticare tutto il lavoro svolto da mia madre, realizzato grazie all’assistenza di molti tra senpai, kohai ed allievi e delle molte altre persone che hanno supportato Morihiro Saito Sensei.

Oggi ho più di sessant’anni e le mie ginocchia non sono in buone condizioni. Non posso pensare a me stesso come una seconda generazione di Morihiro Saito ma voglio tenere vivo il nome Morihiro, che ci è stato donato da Morihei Ueshiba Sensei. E’ il mio unico desiderio. In ogni caso, desidero che dopo la mia morte mio figlio erediti la responsabilità di essere la guida dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai. Desidero che il nome di Morihiro continui a rimanere con noi per rimanere con noi nel futuro. Ho chiesto a Yasuhiro di adottare il nome di Morihiro come guida dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai: è molto importante. Oggi così tante persone si sono riunite qui perché tutti noi abbiamo un legame speciale con Ueshiba Sensei e mio padre Morihiro Saito. Apprezziamo molto e siamo altrettanto riconoscenti per la vostra partecipazione a questa cerimonia. Inoltre vorrei esprimere la mia più sincera gratitudine ai delegati governativi che hanno trovato il tempo per presenziare all’evento di oggi nonostante tutti i loro impegni. Grazie molte.

Vorrei parlarvi ancora dei miei sentimenti ma ora mi fermo. Vi raggiungerò alla fine del discorso per ringraziarvi personalmente ad uno ad uno, ciascuno al proprio tavolo. Oggi abbiamo poco tempo ma intendo mantenere e far crescere i nostri contatti nel futuro. Grazie a tutti voi per aver trovato il tempo, alla fine dell’anno, per essere qui con noi, nella fattispecie oggi che è domenica. Sono molto riconoscente per il tempo che ci avete dedicato. Per voi oggi non ho nulla se non il mio cuore riconoscente. Vi prego di voler comprendere la mia sincerità e la profondità della mia riconoscenza.


Discorso di Waka Sensei, Morihiro Saito Nidaime

Grazie a tutti per essere presenti oggi alla cerimonia per il mio nome. Inoltre, vorrei ringraziare tutti coloro che hanno preso parte ai preparativi per questa celebrazione. Sono Yasuhiro Saito dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai. Sono onorato di aver ricevuto questo nome e sarò onorato di utilizzare il nome di Morihiro Saito Nidaime d’ora in poi. Apprezzo sinceramente questa cerimonia e sono profondamente toccato dal supporto offertomi da tutti i membri dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai e dalle persone oggi qui riunite.

Prima di ricevere, oggi, il nome di mio nonno, ho raccolto un mucchio di impressioni e ricordi sulla sua personalità, sulla sua davvero illustre personalità. Ci sono tantissime ragioni per le quali ho accettato la responsabilità di utilizzare il nome di Morihiro Saito. Nell’essenza, però, sono stato influenzato da due persone che sono venute a mancare nel corso dello scorso anno. La prima persona aveva ottenuto così tanta fiducia da Morihiro Saito Sensei, così come da parte di mio padre. Mi aveva supportato molto, così come ha sempre fatto mio padre, tanto che ho sempre avuto l’impressione di avere accanto a me due padri. Una seconda persona mi ha invece sempre aiutato e supportato quando ero all’estero: mi incoraggiava sempre e calmava costantemente le mie ansie. Questa persona ha sacrificato la maggior parte del proprio tempo e dedicato i propri sforzi per aiutare la diffusione nel mondo del nome dell’Iwama Shin Shin Aikido, delle sue tecniche e della sua filosofia. L’esistenza di queste due persone, le loro parole incoraggianti e la loro determinazione sono state fondamentali nella mia decisione di accettare la responsabilità del ruolo e del titolo di Morihiro Saito Nidaime come guida dell’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai.

Traduzione verso la lingua inglese di Stephanie Yap

@EnricoNeami

Annunci