Il 7 agosto 2018 la notizia del rinvenimento a Nishitokyo, Giappone, di un imponente deposito d’armi interrato prima del 1945 dall’Esercito Imperiale giapponese è stata ampiamente coperta e ben documentata da Japan Today anche con un articolo online attualmente non più disponibile.

Il tutto è stato ripreso anche da Chris Eger su guns.com, che ne ha scritto l’8 agosto 2018, con doviziosa documentazione fotografica, nel post Japan: 2,600 guns, swords found buried under school, liberamente consultabile online. Quella che segue ne è una versione in lingua italiana a cura di Enrico Neami.

guns-.com-logo


Un sobborgo di Tokyo è al lavoro per rimuovere un notevole quantitativo d’armi d’epoca rinvenute nel corso di alcuni lavori presso una locale scuola elementare.

Le autorità municipali di Nishitokyo hanno diffuso i dettagli relativi alle cataste di fucili militari, mitragliatrici, spade e granate in stato di grave deterioramento che sono state portate alla luce durante i lavori di costruzione alla Scuola elementare Tanashi. Il materiale d’epoca è venuto alla luce quando gli operai impegnati nei lavori di trivellazione ve ne sono incappati ad una profondità di un metro circa nella giornata del 27 luglio. Da allora sono state conteggiate e catalogate circa 1.400 armi da fuoco, 1.200 “spade” e 8 granate da addestramento.

Dalle immagini, la maggior parte del materiale assai deteriorato risale agli anni precedenti al 1945 e, a giudicare da quanto ne resta, sembra trattarsi di vari modelli di fucili Arisaka, mitragliatrici leggere modello 11 e 96, mitragliatrici pesanti modello 3, lanciagranate e baionette.

Aug.-3-2018-photo-shows-old-firearms-and-swords-discovered-buried-on-the-premises-of-Tanashi-Elementary-School-in-the-Tokyo-suburban-city-of-Nishitoky
Si noti il “mortaio da ginocchio” mod. 89 al centro del cumulo (Foto: Autorità Comunale di Nishitokyo).
Aug.-3-2018-photo-shows-old-firearms-swords-discovered-buried-on-the-premises-of-Tanashi-Elementary-School-in-the-Tokyo-suburban-city-of-Nishitoky
La maggior parte delle armi era seppellita in una fossa di 3,5 x 4,5 metri. Si notino altri mortai da ginocchio nella catasta a destra (Foto: Autorità Comunale di Nishitokyo).
old-firearms-and-swords-discovered-buried-on-the-premises-of-Tanashi-Elementary-School-in-the-Tokyo-suburban-city-of-Nishitokyo-via-mainichi-1
Quanto rimane di una mitragliatrice leggera mod. 11 (Foto: Mainichi).
old-firearms-and-swords-discovered-buried-on-the-premises-of-Tanashi-Elementary-School-in-the-Tokyo-suburban-city-of-Nishitokyo-via-mainichi-3
Le armi da taglio con la guardia uncinata in primo piano della foto sono estremamente simili a delle baionette mod. 30 Arikasa. Con una lama da 40 cm circa possono essere scambiate per “spade”. Si notino inoltre le molle corte sulle canne delle mitragliatrici 2/3 rispetto a quelle più lunghe delle mod. 11; vi sono poi a sinistra ulteriori mortai da ginocchio, di cui uno in posizione verticale (Foto: Manichi).
old-firearms-and-swords-discovered-buried-on-the-premises-of-Tanashi-Elementary-School-in-the-Tokyo-suburban-city-of-Nishitokyo-via-mainichi-2
Caricatori ricurvi, molto probabilmente per mitragliatrici leggere ad ingresso superiore mod. 96 (Foto: Manichi).

Sia la polizia locale che le autorità militari giapponesi sono intervenute per bonificare l’area. Le armi sono state tutte etichettate come “da esercitazioni” nei rapporti ufficiali.

Le autorità cittadine hanno rimandato temporaneamente i lavori alla scuola poiché comporterebbero ulteriori scavi. Alcuni dei reperti verranno conservati come pezzi storici ma la maggior parte, secondo una fonte ufficiale, “verrà distrutta nella maniera più appropriata in accordo con le indicazioni delle forze di polizia”.

Il quotidiano Mainichi ha riportato che, mentre è possibile che ancor oggi vengano rinvenuti in Giappone ordigni inesplosi o armi della seconda guerra mondiale, “è piuttosto anomalo che armamenti utilizzati dal non più esistente Esercito Imperiale Giapponese fossero nascosti in così grande quantità in un singolo sito”.

Non è chiaro se il sito dell’attuale scuola Tanashi fosse un campus già durante il periodo bellico, ma in ogni caso all’epoca ufficiali dell’Esercito giapponese fornivano regolarmente istruzione militare agli studenti come parte del loro programma scolastico.

Japanese-schoolgirls-marching-in-formation-during-a-school-visit-of-the-3rd-Regiment-to-experience-the-soldiers-way-of-life-1938
Studentesse marciano in formazione militare durante una visita scolastica al 3° reggimento per sperimentare la vita dei soldati (Foto: Libreria del Congresso).
Military-training-for-Japanese-women-during-WWII-circa-1940-1945-mock-rifles-home-guard-last-ditch
Addestramento militare degli studenti giapponesi durante la II guerra mondiale, tra il 1940 e il 1945. Si notino i fucili da allenamento.
Japanese-Female-Students-Training-in-Gun-Handling-with-a-Type-11-Nambu-Machine-Gun-as-a-last-desperate-measure-tRyukyu-Islands-June-1945.-e1533716837520
Studentesse giapponesi brandeggiano una mitragliatrice Nambu mod. 11: ultima misura di difesa disperata, isole Ryukyu, giugno 1945.
Japanese-high-school-girls-training-with-Arisaka-rifles-and-fixed-bayonets-Tokyo-Japan-2-18-37
Studentesse giapponesi delle scuole superiori si addestrano con i fucili Arisaka e le baionette lunghe innestate a Tokyo, 18 febbraio 1937 (Foto National Archives).
drill-training-Japanese-Arisaka-Training-Rifle-nra
Un fucile giapponese da addestramento Arisaka della collezione del Museo delle armi da fuoco della Natonal Rifle Association: alcuni di questi modelli erano costruiti per sparare esclusivamente a salve. (Foto: NRA).

Dopo la resa del Giappone nel settembre 1945 e la conseguente smilitarizzazione delle forze Imperiali sotto la sorveglianza delle truppe Alleate, la maggior parte delle armi e degli equipaggiamenti giapponesi furono rottamati, esportati come trofei o semplicemente gettati in mare.

British-officers-watch-as-Japanese-prisoners-of-war-clean-and-oil-the-thousands-of-surrendered-Arisaka-rifles-at-the-prisoner-of-war-camp-at-Cape-Saint-Jacques (1)
Ufficiali inglesi sovrintendono la manutenzione di centinaia di fucili Arisaka da parte di soldati giapponesi nel campo per prigionieri di guerra di Capo Saint Jacques (Foto: Imperial War Museum).
Japanese-Army-soldier-surrenders-to-a-US-GI-Korea-September-1945.-arisaka
Un soldato giapponese si arrende ad un marinaio americano in Corea, settembre 1945 (Foto: U.S. Navy Historical & Heritage Command).
Japanese-ammunition-being-dumped-into-the-sea-on-September-21-1945.-During-the-U.S.-occupation-almost-all-of-the-Japanese-war-industry-and-existing-armament-was-dismantled.
Munizioni giapponesi lanciate in mare il 21 settembre 1945. Nel periodo dell’occupazione militare americana la quasi totalità dell’industria bellica giapponese e degli armamenti allora esistenti vennero smantellati (Foto: U.S. Navy).
80-G-490441-Surrender-U.S.-Marines-at-Futtsusaki-Point-near-Yokosuka-Naval-Base-Japan-destroy-Japanese-small-arms-in-the-first-step-toward-disarming-the-Japanese.-Released-August-30-1945
Marines americani distruggono armi leggere giapponesi durante la primissima fase del disarmo, 30 agosto 1945. Futtsusaki Point presso la base navale di Yokosuka (Foto: U.S. Navy Historical & Heritage Command).

@EnricoNeami

Annunci